SQ n. 26: Ape operosa

IMG_1039

Tondo lo era, nel senso del sovrappeso. Adulto lo era, all’anagrafe e non di fatto. Contento lo era: non per qualità di vita acquisita ma solo per stolta e ridicola risatina su ogni cosa di cui discuteva a monosillabi. Insomma rideva sempre.

Mai stato con una donna, mai stato a Parigi, mai stato distante dal posto in cui viveva più di 20 kilometri, mai avuto amici a cui dedicare dei pensieri, uno sfogo, dei segreti.
Mai indossato un abito decente ma sempre braghe corte e camicia fuori dalle braghe corte, mai conosciuto la cultura, l’arte, la filosofia, mai guardato un film al Cinema ma solo alla TV piccola e tra lui e lei c’erano giusti giusti 93 cm, misurati e segnati sul pavimento.
Mai mangiato in un ristorante, non dico dei piatti da Chef ma neanche una pizza per lui una cosa prima rigira e fredda poi dopo il forno da leccarsi i baffi.
Mai stato a pescare né da piccolo né da grande, mai fatto tuffi con gli amici non dico al Fiume o Mare ma neanche in Piscina. Mai avuto una moto, una macchina, una patente, per cui guidava solo una vecchia bici rossa molto scalcagnata, anzi: scamerdata.
Mai conosciuto i genitori, ma neanche nonni, zii, parenti di qualche genere, lo avevano trovato avvolto in una coperta davanti al portone.
Mai avuto un gatto, un cane, un canarino, mai ucciso una lucertola con il petardo in bocca: la prendi, accendi il petardo, lo infili a forza nella bocca dell’animale, poi la lasci libera e lei scoppia sventrata due metri più in la.
Mai entrato in un Ipermercato a comprare un paio di scarpe, una cravatta, un body da donna per fare un regalo. Portava solo ciabatte adidas (le tre righe bianche erano un evidente segno di riconoscibilità e comodità) e le mutante, beh le mutande non le portava.
Viveva in un convento di Suore che non conosceva e non gli rivolgevano mai la parola, nel senso che quando c’era lui in giardino a fare i lavori non c’erano loro, quando lui faceva i lavori in Convento loro erano in giardino. L’unico contatto era la Madre Priora che gli indicava la via e i lavori da fare, facendogli trovare cibo due volte al giorno dentro la sua cella situata a destra della torre campanaria che faceva suonare tre volte al di. Il mondo moderno sempre fuori dalle mura di cinta.
Pian piano nei momenti di vuoto anche mentale aveva cucito un costume da indossare, l’aveva costruito rubando alle Suore piccoli pezzi di stoffa nera degli abiti che queste si cucivano da sole e pezzi di paramenti religiosi dorati, roba da Chiesa ormai in disuso dentro ad antiche cassepanche ormai dimenticate.
Aveva osservato le Api in giardino e la forza dell’aggregazione di questi piccoli insetti che cagano della roba buona da mangiare chiamata miele, di cui le Suore erano ghiotte, lo esaltava.
Alla fine venne un costume che indossato lo rese una grossa e grassa Ape che però non cagava roba buona da mangiare ma dell’altro e questo era un problema.
Il come risolverlo lo capì osservando che non esistevano solo Api che succhiavano nettare dai fiori per cagare miele, ma anche altre specie molto aggressive e pungenti.
Quindi se non poteva cagare miele pensò guardandosi bene, forse lui apparteneva ad altre specie quelle che pungono e fanno male? E si attrezzò, facendo un foro sul costume dove serviva.
Ora la Madre Priora ha 5 Sorelle in evidente stato di gravidanza e altre due vomitano tutto il giorno quello che mangiano e quindi lei pensa saranno a breve 7 su 9, quindi o chiude il Convento per non averlo saputo gestire o ammazza l’Ape cattiva, anche se non sarà facile: si è fatta furba e sembra sparita.

“Supereroi Quotidiani n. 26 – Storie possibili di prossime trasformazioni”
Testi di Davide Lorenzon – illustrazioni di Giuseppe Palumbo – Grafica di Fernando Ambrosi.

Annunci
3 commenti
      • Mi sa che non mi andrebbe proprio di trovarmene uno davanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: