The Dolldrums, di Nicholas Gannon

dolldrums1

IL GRANDE NULLA BIANCO
Delle migliaia di bambini che vengono al mondo ogni giorno, almeno uno è destinato a diventare un sognatore. E il 5 maggio, nella camera 37E del reparto maternità del Rosewood Hospital, quel bambino fu Archer Benjamin Helmsley. Oh, non c’era proprio la minima possibilità di errore. Lo videro i medici, lo videro le infermiere e, con suo grande disappunto, lo vide anche sua madre. Se ne accorse perfino un piccione introdottosi nella nursery.
Il piccolo Archer B. Helmsley se ne stava tranquillo nella sua culla e fissava il soffitto. Non sapeva che quello fosse un soffitto. Non conosceva ancora niente del mondo. Però se ne stava comunque lì, a fissare quel grande nulla bianco…

dolldrums

The Doldrums, testo e illustrazioni di Nicholas Gannon (Mondadori)
Traduzione di Anna Carbone

Annunci
4 commenti
  1. Bello l’incipit, le illustrazioni, la grafica. A breve nella libreria di mia figlia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: