Buchi in vacanza

buchi

“E poi a un certo punto salta fuori la zia Fila – ma lo sai quella volta che la zia Fila? – no, non ne so niente, non mi ricordo mica – be’, è andata così che la zia Fila – e viene fuori questa storia bellissima della zia Fila, che parte prestissimo la mattina dell’8 settembre, in treno, per andare non so dove a trovare una loro parente più giovane, che si era appena sposata, ma le erano venuti dei forti disturbi dell’umore. Esaurimento è così via, è la zia Fila voleva andare a aiutarla a darle man forte psicologicamente per qualche giorno, e stava a Fiume la zia Fila, con marito fiumano Enrico Buric. E forse doveva arrivare a Modena, ma va a finire. Eh a metà viaggio il treno si ferma a causa situazione di provvisorietà causata da 8 settembre. La zia Fila chiede se e quando il treno potrà ripartire – mah – le dicono – è difficile dirlo in questa situazione – e i fatti il treno non riparte per ore, forse non riparte neanche il giorno dopo.
Decisione presa: raggiungere Modena con mezzi di fortuna. Dopo poco, vista difficoltà di raggiungere Modena con mezzi di fortuna, nuova decisione: tornare a Fiume, sempre con mezzi di fortuna. Nel frattempo è già passato qualche giorno.”

Ugo Cornia, Buchi (Feltrinelli)

Contributo dalle vacanze di Katia Mazzoni

Annunci
3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: