FP n. 193 – Inconscio

193_Inconscio

Dentro l’inconscio mi dibatto sapendo chi sono, distinta e sicura delle separazioni da fare.
Il mio inconscio è abitato da demoni grassi, famelici, ingordi di logica e obiettiva vita mai sazi di quella che sono. Si sfamano di me incoerente, mai sazia di novità.
Di inconscio si può soffrire ma io rido del mio che si affanna, mi inganna, mi turba e si trasforma in ingrato destino.
E mi distendo, mi analizzo, mi tocco per sapere se son sveglia o preda di famelici incubi che vorrebbero sempre restassi quella che sono.
Inconscio mio se diventi solo logica che vita sarebbe?… Non la mia!

FP n. 193 – Testo di Vittoria Selenia
Foto di Filippo Maria Fabbri

Annunci
4 commenti
  1. …e infatti non sarebbe vita ma solo una copia, copia molto brutta…

    (bello il testo è la fotografia!)
    ciao
    .marta

    • Vittoria Selenia ha detto:

      Vedo con piacere che sola non sono 🙂 grazie a voi.

    • filippomariafabbri ha detto:

      Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: