FP n. 209 – Impiccato

fp_209-impiccato

Per te le porte del Paradiso non si apriranno, hai deciso da solo di farla finita e non eri uno spettacolo a vederti appeso e dondolante senza vita.

Non davi segni di incertezza e di progetto cosi assoluto, ma eri sempre stato doppio e l’altro in te era indecifrabile. Difficile dunque dialogare con entrambi.

Non si può certo dire che non eri qualcosa perché sorprendente lo sei stato fino alla fine, fino all’estremo che assottiglia il tempo restante. A noi sopportarla adesso l’immagine di te, ultima ed estrema, lasciata a futura memoria.

Ma se mi stai sentendo dal limbo in cui sei finto ti dico che non approvo, non accetto, non mi piego al pensiero che hai ceduto all’idea di non essere più qualcosa che aveva ancora tempo per riparare al tempo perduto.

FP n. 209 – Testo di Vittoria Selenia
Foto di Filippo Maria Fabbri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: