Grazie al Kobo!

cardellino

Tenere troppo alle cose può distruggerti. Solo – se tieni abbastanza a un oggetto, esso acquista una vita propria, o no? E non è questo il punto fondamentale delle cose – delle cose belle –, il fatto che ti mettono in contatto con una bellezza superiore? Quelle prime immagini che ti spalancano il cuore e tu spendi il resto della tua vita a inseguirle o a tentare di ricatturarle, in un modo o nell’altro? Perché, insomma – riparare vecchie cose, preservarle, prendersene cura – da un certo punto di vista non c’è fondamento razionale per tutto ciò…

Donna Tartt, Il Cardellino (Rizzoli)

Annunci
4 commenti
  1. L’ho messo nella borsa del pendolare proprio oggi… Non il kobo, il libro. Decisamente poco tascabile, ma spero ne valga la pena

    • Esatto, non un libro da pendolari, almeno nell’edizione cartonata. È uscito anche in brossura nella collana Vintage, più pratica. Comunque sia, goditi la lettura!

      • infatti la mia edizione non è cartonata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: