La carta e il territorio

houellebecq

Houellebecq lo riaccompagnò alla porta. All’ultimo momento, poco prima che la notte lo avvolgesse, gli disse: “Sa, mi rendo conto di ciò che lei sta facendo, ne conosco le conseguenze. È un buon artista, senza entrare nei particolari lo si può dire. Il risultato è che sono stato fotografato migliaia di volte, ma se c’è una mia immagine, una sola, che resterà nei secoli a venire, sarà il suo quadro.” Ebbe all’improvviso un sorriso giovanile, e questa volta realmente disarmante. “Vede, prendo la pittura sul serio…” disse. Poi richiuse la porta.

Michel Houellebecq, La carta e il territorio (Bompiani)

Annunci
3 commenti
      • Ho supposto che l’immagine del post raffiguri l’autore e mi chiedevo come fosse stata sovrapposta con la cartina… La tecnica, insomma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: