FP n. 229 – Velleità



Il dramma è: con l’età spariscono le velleità e la voglia di protagonismo.

Si torna un po’ bambini alla finestra attenti a quel che ti passa davanti.

D’altra parte l’età è il tuo biglietto per lo spettacolo che ti puoi permettere.

E dire che la storia avrebbe ancora bisogno di te, ma non ci sei, non vuoi, ma anche non puoi esserci.

Tolta la finestra mi chiedo quale sia il mio posto ora che mi sento padrona di me stessa.

Quando la ricerca finisce non sei più tu e vorresti che così non fosse.

FP n. 229 – Testo di Vittoria Selenia
Foto di Filippo Maria Fabbri

Advertisements
4 commenti
    • Vittoria Selenia ha detto:

      …tu dici bene, è questo il difficile.
      VS

  1. Vittoria Selenia ha detto:

    Una citazione a risposta… Simone De Beauvoir il 4 Novembre del ’39 scrive nel suo diario: “Sento che sto diventando qualcosa di ben definito: sto per compiere trentadue anni, mi sento una donna, mi piacerebbe sapere quale”.
    Poi a cinquanta scrive “L’Età forte” (tutto da leggere) dove il “tu” può servire per non perdersi.
    VS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: