archivio

Re-inventati una storia

20140331-130348.jpg

Ok, ora ci farebbe comodo usare la famosa massima “pochi ma buoni” per sottolineare che alla fine il concorso “Re-inventati una storia” aperto a Gennaio 2014, ha ricevuto tanto consenso da parte dei lettori, raccogliendo però il lavoro di pochi autori.

continua a leggere

Annunci

Ciao, sono l’omino del cervello di G., alias Barney, 47 anni come Rat-Man. Barney dà il peggio di se tra l’una e le due e mezza del mattino (e spesso a quell’ora dorme), ascolta parecchia roba, ma non Giggidalessio o VascoBossi. Di giorno fa il Marketing and Sales Manager per una azienda che vende sistemi di propulsione per satelliti, qualsiasi cosa ciò significhi, di notte lo si trova spesso in posti bui e pieni di birra e musica rock.
L’altro giorno m’è venuto in mente di “giocare” al vostro nuovo concorso, variando leggermente le regole per renderlo più difficile.
Ho scelto quasi a caso un libro, scorrendo i titoli e soffermandomi poi sul volume più improbabile che potessi trovare: “American Psycho” di BE Ellis.
Poi, ho aperto rigorosamente a caso il volume, ripromettendomi che qualunque pagina fosse uscita, avrei giocato con quella.
Ho avuto (s)fortuna: il libro s’è aperto alle pagine 224-225, capitolo “Ragazze”. Ci si racconta un lunghissimo ed elaboratissimo threesome, che doveva in qualche modo essere reso “per tutti”, o almeno da “bambini accompagnati”. Ecco il risultato:

continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: